Grandezze & Meraviglie Festival Musicale Estense

 

Grandezze & Meraviglie si configura come il più longevo Festival di musica antica della Regione Emilia-Romagna ed è riconosciuto in Italia come uno fra i Festival più innovativi e articolati nel suo genere e, a livello internazionale, come una delle manifestazioni di rilevo rivolte espressamente al repertorio antico (dal Medioevo al primo Ottocento) proposto con strumenti e prassi esecutive dell’epoca. Il Festival nasce in occasione dalle celebrazioni di “Modena capitale”, anniversario del trasferimento della corte estense da Ferrara a Modena (1598-1998).

Gli è stato conferito il 28° Premio Abbiati della Critica Musicale come “migliore iniziativa del 2008” con la seguente motivazione: “al Festival Musicale Estense Grandezze e Meraviglie per la capacità di coniugare la divulgazione dei repertori antichi e barocchi europei con la valorizzazione del patrimonio musicale estense (in particolare quello delle Raccolte Ducali) in una programmazione oramai decennale affidata a complessi di ricercata autorevolezza, inquadrata in un contesto interdisciplinare e diffusa capillarmente nel territorio”.

Nei 20 anni di vita il Festival ha organizzato oltre 400 concerti, decine di lezioni concerto e conferenze. Grazie alla partecipazione del Festival a diverso titolo a produzioni musicali, ad oggi 30 cd e dvd portano il marchio di Grandezze & Meraviglie.

Il Comune di Modena, riconoscendo una sostanziale continuità progettuale con le edizioni precedenti, ha concesso la denominazione di Grandezze & Meraviglie Festival Musicale Estense, che negli anni è stato sostenuto principalmente da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Vignola, Fondazione cassa di Risparmio di Mirandola, BPER Banca e da Comune di ModenaComune di Sassuolo,  Comune di Vignola, Comune di Mirandola, Comune di Carpi.

Grandezze & Meraviglie è dunque da vent’anni una solida realtà che comprende concerti, attività culturali, formative e interdisciplinari, masterclass, incontri con le scuole, lezioni-concerto divulgative e il ciclo di conferenze universitarie I linguaggi delle Arti.