Prenotazioni e biglietti

    Per accedere agli eventi è consigliata la prenotazione!
    Il titolo di ingresso è acquistabile:
    – Online, a questo indirizzo;
    – In loco, 45 minuti prima dell’inizio del concerto;
    – Presso la sede dell’Associazione, in via Ganaceto 40B, su appuntamento.

    Venerdì 22 ottobre, ore 16.30 – ASLA

    GLI SPAZI SONORI PERDUTI:

    L’ORATORIO MUSICALE A MODENA

    con Matteo Giannelli (Uniroma2)

    Durante il ducato di Francesco II d’Este (1674-1694) furono eseguiti a Modena ben 87 oratorii, un unicum nel panorama europeo coevo. Questi venivano composti dai migliori autori attivi nei principali centri musicali italiani, come Roma, Venezia e Bologna. Inoltre, l’esecuzione degli oratorii era affidata alla ricca cappella ducale – nel 1689 raggiunse i 29 membri, tra cantanti e strumentisti –, affiancata anche da virtuosi esterni.

    Dopo una breve introduzione sulle caratteristiche del genere oratoriale, in quest’incontro si affronteranno le peculiarità e lo sviluppo di questo genere alla corte estense. Verrà presentato il principale luogo di esecuzione degli oratorii, i diversi stili compositivi e gli interpreti, anche esterni alla cappella, che arricchivano la Quaresima di Francesco II d’Este. Tutto ciò è possibile grazie all’incrocio di informazioni tratte da documenti eterogenei della corte ducale, conservati presso l’Archivio di Stato di Modena, con le partiture conservate presso la Biblioteca Estense Universitaria

    Prenotazioni

    Link per la diretta streaming


    Prenotazioni

    Biglietti

    Programma

    Sabato 23 ottobre, ore 21
    VIGNOLA
    Rocca, Piazza dei Contrari, 4

    ARDITO & SUBLIME

    Handel & Scarlatti

    Voci e strumenti de I Musicali Affetti

    Benedetta Gaggioli, soprano (Premio Fatima Terzo 2021)

    Fabio Missaggia, direzione


     


    Prenotazione

    Biglietti

    Programma

    Domenica 24 ottobre, ore 17
    MODENA

    Chiesa di San Carlo, Via San Carlo 7

    THE FAIRY QUEEN

    Semi-opera di Henry Purcell

    Dalla commedia nuziale Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare

    Coro e Orchestra I Musicisti Malatestiani

    Michele Pasotti, tiorba e concertatore


     


    Prenotazione

    Biglietti

    Programma

    Mercoledì 27 ottobre, ore 21
    MODENA

    Museo Civico di Modena, Largo Porta Sant’Agostino 337

    TIORBA & CHITARRA BAROCCA

    Francia, Italia, Spagna

    Gabriel Rignol, tiorba e chitarra barocca

    1° premio Maurizio Pratola 2021


     

    Prenotazioni

    Biglietti

    Programma

    Sabato 30 ottobre, ore 21
    MODENA

    Museo Civico di Modena, Largo Porta Sant’Agostino 337

    INTAVOLATURA DE CIMBALO

    di Antonio Valente (1520 – 1601)

    Paola Erdras, clavicembalo


     


    Prenotazioni

    Biglietti

    Lunedì 1 novembre, ore 17
    MODENA

    Chiesa di San Carlo, Via San Carlo, 7 

    I VIOLINI DELLA REAL CAPPELLA

    Musica alla corte della Napoli Barocca

    La Compagnia dei Violini

    con Alessandro Ciccolini e Francesco Baroni


    Venerdì 5 Novembre, MODENA, ore 16.30 ASLA

    TU BLANCA FRENTE EL LILIO BELLO:

    ALLA RICERCA DI UNA RIMA

    Riscrivere un capolavoro della poesia spagnola

    con Valerio Nardoni (Unimore)

    L’incontro è incentrato sulla lettura in lingua originale e in traduzione italiana di un celeberrimo sonetto di Luis de Góngora (Mientras por competir con tu cabello), massimo ingegno poetico del barocco spagnolo. Il testo, articolato attorno al tema del carpe diem è considerato tra i capolavori assoluti della lirica spagnola di sempre ed ha per questo motivo ricevuto molteplici traduzioni nella nostra lingua, fra cui quella di Giuseppe Ungaretti. La brevità del testo permetterà un confronto sintetico ma completo delle varie traduzioni, che in filigrana offriranno importanti spunti di lettura del testo originale, la cui anima più profonda resta senza dubbio l’inarrivabile musicalità a cui tutti i traduttori devono – bilanciando bene le proprie scelte – cedere il passo. Non importa conoscere lo spagnolo per partecipare all’incontro perché, una volta approntata una traduzione letterale, ognuno sarà in grado di formulare le proprie proposte e suggestioni per un dialogo partecipato sulla traduzione letteraria come necessaria riscrittura.

    Prenotazioni


    Venerdì 12 Novembre, MODENA, ore 16.30 ASLA

    CARLO AMBROGIO LONATI (1645 ca.-1715):

    ROMA, MODENA E L’EUROPA

    Profilo musicale del cantante, violinista e compositore

    con Federico Lanzellotti (Unibo)

    Figura poliedrica e per certi versi misteriosa, C. A. Lonati fu attivo nella seconda metà del Seicento nelle maggiori piazze musicali italiane ed europee. Definito da Francesco Maria Veracini il «primo lume de’ violinisti» (Il trionfo della pratica musicale, ms., c.1760), si affermò inoltre come cantante specializzato nell’interpretazione di parti comiche corredate da esecuzioni violinistiche in scena e come compositore a tutto tondo.

    Legato alla regina Cristina di Svezia a Roma negli anni ’70 del secolo, Lonati entrò in contatto con la corte ducale di Modena prima del 1686, anno in cui scrisse per Francesco II d’Este un’opera e un oratorio. È possibile che Lonati sia stato particolarmente apprezzato dal duca, il quale arricchì la sua collezione musicale di numerose composizioni lonatiane, oggi confluite nei fondi storici della Biblioteca Estense di Modena. Tra di esse si evidenziano quelle relative alle sonate per violino, che non solo raccontano un episodio centrale dell’intrigante diffusione europea della musica di Lonati, ma offrono una summa delle problematiche che lo studioso odierno affronta nello studio della musica strumentale del tardo Seicento italiano.

    Prenotazioni


    Venerdì 19 Novembre, MODENA, ore 16.30

    LA NATURA E GLI UMANI:

    LE SFIDE E LE OPPORTUNITÀ DELLA SOSTENIBILITÀ

    con Ulpiana Kocollari (Unimore)

    Le conseguenze devastanti dell’agire umano sulla natura e sulla società in tutto il mondo stanno venendo chiaramente alla luce. Con la previsione di una crescita della popolazione, la salute della natura è sotto pressione a causa delle tendenze al rialzo dei consumi e dello sviluppo economico in tutto il mondo. Stiamo vivendo una nuova realtà modificata dal Covid-19, e mentre c’è un bisogno immediato e urgente di concentrarsi sulla crisi attuale, abbiamo anche l’opportunità di osservare e interpretare ciò che è già cambiato. Questi cambiamenti richiedono una nuova visione del futuro che possiamo creare riunendo aziende, istituzioni e la cittadinanza per plasmare una società e un’economia sostenibile. La resilienza assumerà inevitabilmente un ruolo fondamentale per la sostenibilità e il ripristino della natura sarà alla base di questi processi. In questa nuova concezione dello sviluppo, forse nei prossimi anni la natura inizierà a essere al centro dell’agire umano. Il contributo delle aziende a costruire questo futuro dovrebbe fondarsi su un modello di sviluppo sostenibile pienamente integrato nel loro DNA e nel agire delle loro persone.

    Prenotazioni


    Venerdì 3 dicembre, MODENA, ore 16.30 ASLA

    UN DUCA ALLA RICERCA DI REPUTAZIONE

    CESARE I D’ESTE E LA SUA RETE DIPLOMATICA (1598-1628)

    con Laura Turchi (Unimore)

    Cesare I – da Muratori in poi – è passato alla storia come un duca sostanzialmente inadatto a rivestire la propria carica, come tale infelicemente posto alla guida di un nuovo stato, il ducato di Modena, che affrontava un esordio defficilissimo dopo la devoluzione dell’antica capitale nel 1598. In realtà, il duca, giudicato anche dai suoi contemporanei principe più inatteso che nuoovo, si affannò a testare continuamente tramite la propria rete ambasciatoriale il grado di reputazione personale e dinastica di cui egli ed il suo stato disponevano nel vasto consesso delle corti d’Europa. Contempooraneamente, si destreggiò fra neutralità ed ambigua contrattazione colla monarchia di Spagna, cui Modena fu legata sin dal 1601 da un trattato di protezione. Spicca, in contrasto colla cautela del primo duca di Modena, l’interventismo dell’erede Alfonso, destinato a succedergli per breve tempo sul trono ducale e quello della moglie di lui, Isabella di Savoia.

    Prenotazioni



    Prenotazioni a partire dal 01/03/2022

    Venerdì 18 marzo, ore 21
    MODENA

    Luogo da stabilire

    MODENA 1722 – 1738

    Antonio Maria Pacchioni Maestro di Cappella
     

    Musiche di G. Bononcini, A.M. Pacchioni, G.C. Da Celano

    Coro della Cappella musicale arcivescovile della Basilica di S. Petronio

    Sara Dieci, organo, Michele Vannelli, maestro di cappella

    Giornata europea della musica antica